“Conoscere il passato, per vivere il presente e costruire il futuro”.

Venerdì 4 Maggio, all’interno del Centro Piave nel punto di ristoro, è stato presentato il Progetto di Alternanza Scuola-lavoro collegato alla manifestazione del 66° raduno dei bersaglieri, che coinvolgerà la città di San Dona’ di Piave dal 7 al 13 maggio centrato sull’obiettivo dell’evento: “Conoscere il passato, per vivere il presente e costruire il futuro”.

Il Progetto è stato realizzato in rete con l’ITTS “Vito Volterra”, il Centro Piave ed il Comitato dei bersaglieri, per una scuola aperta al territorio.

La novità di questa attività di ASL, iniziata con la presentazione in conferenza-stampa del 6 marzo 2018, è consistita in una forma di attuazione che raccontiamo in breve: una modalità operativa di attività di stage degli/le alunni/e che, all’interno del Centro Piave, hanno prodotto delle “cartoline” riferite al raduno.

La stessa “chiusura” è stata strutturata in modo che gli alunni siano i protagonisti principali di tutta l’iniziativa, non solo con i lavori svolti, ma anche sostenendo l’incontro con degli intervalli musicali di sound originali dei rappresentanti della “band” del Volterra, e nella veste d’”intervistatori” agli ospiti presenti. Un modo diverso a cui hanno risposto il Sindaco Cereser, il Vice-Governatore Forcolin, il responsabile del marketing operativo IGD Cremonini, ed il referente esperto Arch. Pradal.

Tale modalità voluta, dalla Dirigente Scolastica Bosnia, rappresenta l’idea di ASL che l’istituto sta sviluppando dopo la L. 107/2015: collegamento delle discipline alle attività pragmatiche degli stages, coniugato alla cura delle competenze trasversali attraverso progettualità che vedano gli/le studenti “produttori” artefici di iniziative.

Le domande poste ai relatori presenti, a cui si aggiunto il saluto del Presidente regionale ANB Bozzo, hanno centrato tra l’altro: il perché di un raduno dei bersaglieri a San Dona’; quali sostegni alle forme artistiche nelle scuole da parte della Regione; come è stato valutato il loro impegno, diverso nel modo di ricordare un tale evento storico, da parte dei presenti.

Un’ora e mezza di dibattito e musica che ha incuriosito i clienti del Centro Piave, che si son trovati in un venerdì un po’ grigio, in un contesto non usuale, a sentir parlare di:

– una storia che ci resi una nazione libera, la cui memoria dev’essere uno stimolo per i giovani, futuri cittadini del domani, a creare e sostenere migliori condizioni di vita e di come il Comune promuova momenti di socializzazione in cui esprimere le proprie potenzialità, cogliendo gli eventi che siano momento di aggregazione (Cereser).

– L’importanza che un centro commerciale non sia solo luogo di consumo di beni primari e/o materiali, ma sia anche luogo di fruizione culturale i cui protagonisti siano i giovani e le scuole tutte, tale da voler rendere sistematica questa prima esperienza, sperimentata con l’ITTS “Volterra”, creando futuri momenti d’incontro all’interno del Centro (Cremonini).

– L’anticipo dei tempi, rispetto alla legge, per cui la Regione Veneta ha sempre posto attenzione alle esperienze di Alternanza Scuola-Lavoro progettando, in una realtà territoriale caratterizzata prevalentemente dalle pmi, e sostenendo le attività progettuali delle scuole per l’ampliamento dell’offerta formativa con bandi a cui partecipare con produzione di idee e finanziando la loro realizzazione (Forcolin).

Un intervento dell’Arch. Pradal ha ricordato che l’innovatività di tale attività è consistita nell’aver tenuto delle “lezioni” esterne alla scuola, nel Centro Piave, dove i ragazzi hanno elaborato i loro prodotti tra il pubblico degli avventori mostrando loro uno spaccato degli impegni della quotidianità scolastica ed extra-scolastica; tutors di questa ASL i Proff. Pazienza e Pecoraro.

Chiudiamo questo breve resoconto con l’impegno che ha assunto il Direttore del Centro Piave Sartorel, di dare continuità a questa prima esperienza a partire già dal prossimo anno scolastico, che ringranziamo per tutta la disponibilità mostrata e l’affiancamento alla buona riuscita della progettualità.

Una giornata che si è chiusa con un brindisi, secondo la migliore tradizione di ospitalità.

La Dirigente Scolastica

1 C dell’ITIS Volterra di San Donà di Piave – PRIMA ASSOLUTA

Referente Prof. Silvano Monastero

Rientrano nella classifica nazionale le classi: 1 C dell’ITIS Volterra di San Donà e la 1 C dell’ITIS Zuccante di Mestre, come presto avranno comunicazione ufficiale da Monza. Riceveranno pertanto attestati e premi (magliette con il logo 2018 della manifestazione e altro) direttamente dal Comitato Nazionale.

In allegato la classifica

quadro eccellenza senior 2017-18

“Conoscere il passato, per vivere il presente e costruire il futuro”.

Conferenza stampa Martedì 27 Marzo 2018 alle ore 11 presso il Centro Piave Sala Eventi, Via Iseo, 1

Progetto di Alternanza Scuola-lavoro collegato alla manifestazione del 66° raduno dei bersaglieri

Il Progetto è promosso dal Centro Piave in collaborazione con il Comitato dei Bersaglieri, ed avrà quale referente esperto esterno dell’ASL l’Arch. Valerio Pradal.

Il Dirigente Scolastico Erminia Bosnia ne parlerà con:

Sindaco – Andrea Cereser

Presidente regionale Veneto ANB –Antonio Bozzo

Responsabile marketing operativo IGD –Fabrizio Cremonini

Invito esteso a:

Assessore alla Cultura –Chiara Polita

Assessore all’Istruzione – Roberto Battistella

Referente esperto esterno ASL –Valerio Pradal

Direttore Centro Piave –Diego Sartorel

ITTS”V. Volterra” -San Dona’ Giffoni Movie Days 11-12-13 Aprile 2018

L’ITTS”V. Volterra” è inserito nel progetto con attività nell’ambito dell’Alternanza scuola-lavoro

-Scuola capofila ITC “Alberti”.

Il logo della manifestazione è stato scelto tra le nostre proposte.

Gli studenti sono parte della Cabina di regia e parte della Giuria.

Il docente referente è il Prof. Daniele Pecoraro

Per visualizzare il progetto collegati ai link:

http://www.itcalberti.gov.it/pvw/app/VEIT0017/pvw_sito.php?sede_codice=VEIT0017&page=2089602

e su youtube:

http://www.itcalberti.gov.it/pvw/app/VEIT0017/pvw_sito.php

Progetto Erasmus+ 2016

 

Erasmus+

Cos’è l’ERASMUS PLUS

Erasmus + è il programma di mobilità dell’Unione Europea per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport per il periodo 2014-2020, che ha sostituito, raggruppandoli sotto un unico nome, tutti i programmi di mobilità dell’UE. Esso si basa sulla premessa che investire nell’istruzione e nella formazione è la chiave per sprigionare le potenzialità, indipendentemente dall’età o dal contesto da cui provengono i discenti. Erasmus+ mira quindi ad accrescere la qualità e la pertinenza delle qualifiche e delle competenze.

Il progetto Erasmus Plus è incentrato su tre attività chiave, trasversali ai diversi settori:

  •  Key Action 1 (KA1): Mobilità individuale ai fini dell’apprendimento;
  •  Key Action 2 (KA2): Cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone prassi;
  •  Key Action 3 (KA3): Sostegno alle riforme delle politiche.

Nell’ambito di Key Action 1 (KA1) è prevista la Mobilità studenti, che mette a bilancio la realizzazione di 650.000 percorsi destinati a studenti dell’istruzione e della formazione tecnica e professionale ed apprendisti.

Questa attività sostituisce il precedente programma Leonardo da Vinci; propone perciò per gli studenti della formazione tecnica e professionale percorsi all’estero, da realizzarsi in contesto lavorativo e che si integrano nei percorsi di formazione scolastica presso istituzioni, imprese, centri di formazione e ricerca operanti in un altro Paese dell’Unione o aderente al Programma.

L’azione (che nelle varie tipologie coinvolge anche docenti, staff e formatori, studenti si istruzione superiore, e operatori giovanili ed attivi nel volontariato) mira a:

  •  Migliorare le competenze
  •  Ampliare le conoscenze e la comprensione delle politiche e delle pratiche nazionali
  •  Rafforzare la qualità dell’insegnamento e dell’apprendimento
  •  Innescare cambiamenti nel senso della modernizzazione e internazionalizzazione delle istituzioni educative e formative
  •  Promuovere attività di mobilità per i discenti

Scheda candidatura

Progetto “I.D.E.A.Z.I.O.N.E.”

Progetto “E-TOURISM 2016”

Bando per la selezione dei partecipanti (Elettrotecnica)

Scheda di candidatura (Informatica e Grafica)

Bando per la selezione dei partecipanti (Informatica e Grafica)

Elenco partecipanti progetto “I.D.E.AZIONE”
  1. Comaniciu Vlad Eugen 4C
  2. De Benetti Riccardo 4C
  3. Bardellotto Filippo 4F
  4. Bettarello Alberto 4F
  5. Mucelli Giovanni 4F
  6. Rosada Michele 4F
  7. Samorè Mattia 4F
  8. Serafin Jacopo 4F
  9. Rorato Niccolò 4H
Elenco partecipanti progetto “E-TOURISM 2016”
  1. Crosariol Matteo 4A
  2. Ottoveggio Stefano 4A
  3. Giachetto Daniele 4B
  4. Momentè Filippo 4B
  5. Sajina Matteo 4C
  6. Steffenel Filippo 4C
  7. Iseppi Luca 4I
  8. Perissinotto Anna 4I
  9. Selva Francesca 4I
  10. Pavanel Giulia 4L
Partecipanti progetto Erasmus+ 2016

Partecipanti progetto Erasmus+ 2016

Consegna Europass “E-TOURISM 2015”

Erasmus+ 2015

NOTA: Il Programma Erasmus Plus è il programma di mobilità internazionale promosso e finanziato dedicato all’istruzione, alla formazione, alla gioventù e allo sport, aperto a tutti i cittadini europei. L’autore è il solo responsabile di questa comunicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull’uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute.